KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

La parola a Cairoli e Philippaerts [aggiornato]

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

La parola a Cairoli e Philippaerts [aggiornato]

Messaggio » 27/08/2010, 18:10

I nostri due migliori piloti della MX1 fanno le loro considerazioni sulla ormai quasi sicura assenza dalla prossima gara a squadre di Denver

Immagine

Prima abbiamo pubblicato il comunicato stampa formulato congiuntamente da KTM e Yamaha, poi abbiamo fatto parlare la Federmoto, ora è il turno di Antonio Cairoli e David Philippaerts che, reduci dai loro successi del GP del Brasile, dicono la loro opinione sui motivi che sino ad ora hanno portato all'esclusione dal prossimo Motocross delle Nazioni. Ecco le domande che abbiamo posto ad ognuno di loro.


A che punto è la tua partecipazione al MXoN?
AC «Fino a qualche giorno fa era tutto fermo, e sia io che David eravamo fuori dalla squadra».
DP «Sono sempre più stufo di questa storia, perché non si può dire prima si, poi no, poi forse. O si prende una posizione ed è quella fino alla fine oppure questo tira e molla lo trovo assurdo anche per rispetto di piloti bravi come Salvini, Monni e Guarneri che possono fare bene e che magari all'ultimo momento a due di essi viene detto di stare a casa. Io sarei stato contento di andarci, ma se non ce ne danno l'opportunità si prenda una decisione finale e si lasci andare chi è stato convocato».

Quali sono le ultime novità?
AC «Ho sentito che si stanno muovendo sia la Federmoto che la KTM. Sia per me che per David è molto importante esserci, o con la nostra maglia o con quella della FMI».
DP «So che Michele Rinaldi ne stava ancora parlando perché questa è una gara molto importante ed è difficile lasciare a casa il primo ed il terzo del mondiale, sia per la Casa che per gli sponsor, le ultime mie informazioni era che la Federmoto sembra fare un passo indietro perché ha capito che sbagliava, non so, speriamo vada a finire bene».

Tu ne hai parlato direttamente alla Federmoto?
AC «No, abbiamo dato la nostra disponibilità e questo è tutto».
DP «No perché noi piloti non c'entriamo niente, anche perché io potrei parlare solo a nome dei miei sponsor personali e non certo per quelli del team. Anzi, nel caso dovessi correre sarò costretto a chiedere a chi mi supporta tutto l'anno di chiudere un occhio per questa occasione. Ma secondo me quella della Federmoto è una politica che va bene per altre specialità e dovrebbe cambiare, il cross è uno sport molto piccolo e se non mettiamo in risalto anche gli sponsor che ci sono chissà dove andiamo a finire. E ritengo giusto che siano gli sponsor che comandino perché grazie a loro siamo qua e riusciamo ad andare avanti».

E' un peccato perché alla luce di quanto ha fatto Desalle a Unadilla e della vittoria di Antonio a Glen Helen si poteva sperare di battere la squadra degli Stati Uniti.
AC «Penso che il livello attuale degli americani sia nella norma e non più quello fenomenale di Carmichael o di Stewart degli anni passati, quindi non mi sarei sorpreso se Desalle vinceva anche la gara perché è uno tosto e molto veloce. Con questo non voglio dire che sia facile batterli, specie nella gara di casa, ma era un obiettivo a cui si poteva puntare».
DP «Che gli americani non siano così forti come molti dicono secondo me lo si sa da qualche anno. Sicuramente loro giocano in casa e andranno fortissimo, ma Dungey lo scorso anno ha vinto solo una manche e Stewart a Donington Park ormai le prendeva da Pourcel, per cui penso che il loro livello sia simile al nostro e quindi ce la si poteva giocare bene».

Cosa vuoi dire ai tuoi tifosi che ti vorrebbero in gara?
AC «Mi dispiace per loro, questa situazione sicuramente l'Italia non se la merita perché ha due dei più forti piloti al mondo. Lupino sta avendo buoni risultati per cui potevamo avere una delle migliori squadre di questi ultimi anni. Se finisce così è davvero un peccato per tutti».
DP «Spero proprio che si trovi una accordo, perché così come a loro farebbe piacere che corressi anche a me piacerebbe molto esserci, così come in queste ultime cinque edizioni in cui sono arrivato sempre nei primi cinque di manche. Se invece dovrò stare a casa vorrà dire che farò il tifo per i nostri guardando la TV».

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: La parola a Cairoli e Philippaerts

Messaggio » 27/08/2010, 20:21

IO non posso essere d'accordo su quello che dicono del fatto che prima no, poi si poi forse e come sottolineano non è giusta questa situazione che se si ribalterebbe diciendo si alla loro oresenza come la prenderebbero i convocati confermati...

Dico solo che sono due signori e due campioni che anche se fara male agli altri, li voglio vedere al mondiale a far mangiare polvere agli altri

FORZA ITALIA

velocità, fango e gloria
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: La parola a Cairoli e Philippaerts

Messaggio » 27/08/2010, 22:06

Se consideriamo solo il massimo del risultato fuoristradistico (escludo la MX2):

Campione del Mondo MX1 2008 DP19
Campione del Mondo MX1 2009 Toni Cairoli
Campione del Mondo MX1 2010 Toni Cairoli

Mi spiace per i convocati (incolpevoli della situazione) ....
ma anche con Lupino (tallone d'Achille dell'eventuale team Italia) in MX2 ....
abbiamo ottime possibilità per ben figurare (non dico Vincere per scaramanzia).
Vedi Desalle che nel National AMA (pista sconosciuta) ha duellato per la vittoria con Dunkey (punta del team USA al MXoN) in entrambe le gare e nel Mondiale se la gioca con i Nostri.
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: La parola a Cairoli e Philippaerts [aggiornato]

Messaggio » 28/08/2010, 14:57

Cairoli e Philippaerts restano a casa
Lo scontro che ha messo di fronte Yamaha e KTM contro la Federmoto si è chiuso in favore di quest'ultima che, facendo valere i propri diritti, ha sostituito i due protagonisti della MX1 con Monni e Guarneri


Immagine

Antonio Cairoli e David Philippaerts il Motocross delle Nazioni di Denver lo vedranno solo alla TV. E' la notizia bomba che lascia sconcerto e delusione, ma che con l'uscita dell'elenco iscritti definitivo inviato dalla FIM ha chiuso definitivamente il caso che ha messo di fronte le due Case motociclistiche e la nostra federazione, anche se da regolamento è possibile cambiare il pilota sino al momento delle prove tecniche.

Nonostante le parti avessero iniziato una trattativa riguardate gli spazi sulla Maglia Azzurra da riservare agli sponsor di KTM e Yamaha, i cui diritti sono gestiti da sei anni dalla Federmoto, e malgrado i tentativi da parte dei vertici FIM e addirittura di alcuni politici italiani di giungere ad un accordo, il colloquio si è bruscamente interrotto per mancanza di elasticità da parte di tutti.

La squadra che ci rappresenterà al Motocross delle Nazioni sarà quindi formata da Alex Lupino (250), Davide Guarneri (MX1) e Manuel Monni (Open), a questo punto con remote speranze di puntare al podio visto la competitività sulla carta di agguerrite formazioni come quella statunitense, tedesca, francese, inglese e belga.

Scarica la lista dei partenti al Motocross delle Nazioni.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: La parola a Cairoli e Philippaerts [aggiornato]

Messaggio » 28/08/2010, 15:01

Perchè non stiamo a CASA :|

Lupino ha fatto solo una manche in tutto il mondiale da podio .... poi a fatica nei quindici (quando non si ritira).
Guarneri è la rivelazione dell'anno in MX1 .... ma non regge tutta la gara.
Monni non è ancora rientrato dall'infortunio subito ad inizio stagione (se va bene fa l'ultima in Italia).

Che c@zzo andiamo a fare al MXoN :roll:
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

mchanic
Avatar utente
 
Messaggi: 1544
Iscritto il: 29/03/2009, 22:22
Località: alle pendici del Monte Misma.

Re: La parola a Cairoli e Philippaerts [aggiornato]

Messaggio » 28/08/2010, 19:25

:evil: Secondo me ha ragione la Federazione, se è una gara tra squadre Nazionali si va con la maglia della Nazionale. Sono i Team che rompono i maroni , nel ciclismo ai campionati del mondo tutti hanno la maglia della Nazionale, i pantaloncini se li gestiscono come meglio credono , se la Federazione si accolla tutte le spese di trasferta come sostenuto da Sensi i Team dovrebbero fare un passo indietro. Con questo mi dispiace che i due nn ci siano, ma nn è che l'anno scorso a Brescia abbiano fatto sfracelli. IMHO. :aaargh:
mchanic@myktm.it
Non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi.
L'enduro non è uno sport di contatto, è uno sport di collisione... il ballo è un sport di contatto

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: La parola a Cairoli e Philippaerts [aggiornato]

Messaggio » 28/08/2010, 23:39

mchanic la penso all'esatto opposto.

Ora come ora, alla gara più importante dell'anno, la federazione IMPONE le sue regole (colpa anche delle federazione INTERNAZIONALE che non le ha fatte).
Guarda la Francia (una a caso) impone la sua maglia (giustamente) ma lascia agli sponsor personali della stagione lo spazio adeguato.
Dove pensi sarebbero i Nostri piloti senza sponsor? Non è che la federazione Italiana coprendo le spese della trasferta, si prenda tutti i meriti di chi ha "investito" per una stagione intera (minimo 20 volte di più).

A Franciacorta non sò che gare hai visto, solo la sfiga ci ha tolto dal podio.
DP19 il migliore di tutti quelli in gara (somma delle due manche corse), Toni centrato e abbattuto da un'avversario in gara 3 alla partenza, Guarneri centrato e abbattuto da un'avversario quando era terzo in gara 2.
Considerando come scarto gara 1 di Guarneri (a memoria quindicesimo) .... l'MXoN 2009 poteva essere ITALIANO.
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: La parola a Cairoli e Philippaerts [aggiornato]

Messaggio » 29/08/2010, 0:46

Sono andato a rivedere il filmato MXoN 2009

Gara 1
Primo Toni, Sedicesimo Guarneri

Gara 2
Secondo DP19, Guarneri "abbattuto"

Gare 3
Terzo DP19, Toni "abbattuto"

Dire che non abbiamo fatto bene ....
ce ne passa (per me)

Nella foto sotto si vede il podio MXoN 2009 (vale per TUTTE le Nazionali, Italia esclusa)

Immagine

Salvo la maglia di base (giustamente) .... USA, Francia e Belgio lasciano grande spazio agli sponsor personali ....
in Italia questo non si potrebbe fare :roll:
Togliamo gli USA che per partecipare tutti gli anni fanno la colletta pubblica (ridicola), la federazione Francese e Belga rimborsano i team come fa quella Italiana.
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Gio76, Google [Bot], Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

forum ktm