KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Domande e risposte su impostazione di guida

Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda lespaul » 10 mag 2010, 16:32

Qualcuno mi scrive per chiedere informazioni di guida...persone che hanno l'sd da poco, o che non riescono a trovare feeling con la moto o ad affrontare le curve in modo naturale.
Questo può derivare da molti fattori tra i quali, il più comune è quello di avere un impostazione in moto ed in curva sbagliato.

La guida in strada ed in pista cambia per ovvi motivi ma le curve e la guida della moto può essere facilmente comparata. Se l'impostazione è giusta in strada lo è anche in pista e viceversa. In strada però, pur mantenendo l'impostazione, si dovrebbe piegare meno, conseguenza del fatto di tenere velocità inferiori. Da qui le differenze, a mio parere, non tanto dovute ad un diverso uso del mezzo quanto dal luogo in cui si gira.

Da qui possiamo iniziare a dare i nostri consigli ai neofiti o a chi neofita non è ma ha comunque difficoltà.

A voi le domande a cui, se sono in grado, sarò felice di rispondere. Così penso anche Dade, Andrea, Nitro e tutti gli altri utenti che vorranno partecipare.

Come state in sella? Quali sono i vostri problemi o difficoltà? A voi la parola. :)
---------------------------
lespaul
Avatar utente
lespaul
 
Messaggi: 6008
Iscritto il: 10 feb 2009, 12:00
Località: Cagliari

Re: Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda lespaul » 10 mag 2010, 20:08

Uno dei miei consigli per chi mi chiede informazioni ad esempio è il seguente:

Le regole in genere sono le stesse...e per qualsiasi moto ossia:

*Abbassare la testa e metterla in direzione della manopola. La testa in percorrenza di curva è bassa ( più o meno a direzione dello specchietto e della manopola), allineata col busto. Nel mio caso (ma vale anche in generale) così facendo on potrei sporgermi di più perchè il braccio esterno alla curva non permetterebbe di sporgermi ancora. Quindi la posizione è "bloccata" così...il mio massimo insomma. Dopo piego solo di più.

*il sedere segue la posizione della testa senza contorsioni di sorta della spina dorsale (meno ce n'è meglio è)

*curare la velocità di percorrenza. Se si è lenti anche con la posizione giusta è difficile toccare il ginocchio e si fa più fatica. Col superduke che è alto il fenomeno lo si sente ancora di più. Ma occhio in strada.

Per quanto mi riguarda in strada non cerco mai la saponetta. La tocco solo in pista, molto più facile e sicuro. Però la posizione descritta sopra la riporto esatta anche in strada.
---------------------------
lespaul
Avatar utente
lespaul
 
Messaggi: 6008
Iscritto il: 10 feb 2009, 12:00
Località: Cagliari

Re: Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda luckas71 » 10 mag 2010, 20:15

risolti i miei problemi di caduta in curva dovuti ad un assetto della moto errato e ad un paio di gomme che non erano assolutamente adatte alla SD mi rimane solamente un problemino: riuscire a spingere sul manubrio interno alla curva durante la piega come facevo senza problemi con la moto precedente (CBR1000).
Ho provato a ruotare in avanti il manubrio raggiungendo immediatamente lo scopo ma a discapito del fato che caricavo troppo il manubrio rischiando di attaccarmi ad esso in curva. Inoltre la posizione in sella era già di partenza a braccia tese pur rimanendo attaccato al serbatoio.
Credo piuttosto che il problema sia di postura del braccio durante la curva.
Mezzo sedere abbondante fuori della sella ginocchio aperto e piede ruotato in punta alla pedana, corpo proteso verso la curva con la testa circa a livello dello specchietto, ma il braccio...non so perchè ma è come se non riuscisse in quella posizione a fare pressione.
Non sono un neofita ma uno che sta cercando di mettere a posto le cose da ormai diverso tempo con questa moto ma non c'è ancora riuscito come vorrebbe...
attendo i vostri preziosi consigli in merito.....
Avatar utente
luckas71
 
Messaggi: 203
Iscritto il: 16 set 2009, 16:44
Località: Genova

Re: Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda ShakaMan » 10 mag 2010, 20:28

ciao, dunque...io vado in moto da un po'..ma mi ritengo abbastanza fermo e penso che ci sia sempre da imparare.

Non avendo mai fatto un corso in pista con un istrutture, ma essendo andato spesso in pista, cercavo di stare dietro ai miei amici che magari andavano di piu'..cercando di imparare anche da loro consigli..quindi sicuramente ho migliorato certi aspetti, ma ho anche acquisito magari dei loro difetti.

Tendenzialmente mi viene molto spontaneo guidare di corpo...lo facevo prima con l'hypermotard e ovviamente mi viene ancora piu' naturale adesso con il superduke.

uno dei miei problemi principali, riguarda il fatto che in strada, un po' per prudenza, un po' per paura, non riesco ad assumere la posizione corretta con il corpo, cosa che invece penso di aver azzeccato un po' in pista.

a tal proposito, vi posto qui una foto che mi hanno fatto da dietro, in pista..vorrei chiedervi se secondo voi la posizione è abbastanza corretta?
la schiena mi sembra abbastanza dritta e in asse con il culo..la testa guarda l'uscita della curva..forse potrei tenere un pochino di piu' la testa verso la manopola interna..che dite?
Immagine

Uploaded with ImageShack.us


l'altro mio problema è che ......le curve a destra mi vengono totalmente innaturali..nel senso..le faccio...ma quello che mi viene difficile..è avere la stessa disinvoltura nell'assumere la posizione corretta del corpo..che invece tendo a cercare di fare quando curvo a sinistra....quando cerco di uscire a destra e assumere la posizione giusta mi sento impacciato..comincio a torcermi..e alla fine faccio la curva..ma non con la stessa disinvoltura di quando affronto le curve a sinistra..credo sicuramente che sia l'effetto della "guida da strada", che mi porto un po' dietro..

in pista questa cosa ero riuscito a correggerlo un po' e dopo un po' di giri, grattavo bene anche a destra..ma in strada la "goffaggine" si ripresenta sempre..

l'ultima considerazione..nell'ultima uscita che ho fatto in moto, in molte curve toccavo il ginocchio..ma sinceramente non è che "cercassi" l'asfalto..diciamo piu' che mi veniva naturale...il fatto di "grattare" in erte circostanze pero'..quindi di SPORGERSI di piu' dalla moto, non dovrebbe garantire una maggiore sicurezza? in quanto si abbassa il baricentro, a parità di raggio di curva e velocità la moto è piu' dritta? (ovviamente consideriamo sempre il caso di curva con buona visuale e carreggiata abbastanza larga)
ad esempio...il mio amico con il 950Sm guidava da motard..piegando tantissiimo la moto e grattando le pedaline.....non è piu' rischioso "quel" tipo di guida?

grazie
Ultima modifica di ShakaMan il 10 mag 2010, 20:51, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
ShakaMan
 
Messaggi: 194
Iscritto il: 24 ott 2009, 23:12

Re: Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda Skeb21 » 10 mag 2010, 20:38

Per quanto riguarda il manubrio Lukas ho fatto la cosa contraria l'ho aperto un pochino, evitando di caricare troppo i polsi e rendendo la moto molto più controllabile e riuscendo a spingere meglio sul manubrio, perchè non ho il polso piegato ma allineato con l'avambraccio, miglior guidabilità e minor fatica, si evitano quei fastidiosi formicolii dovuti alla circolazione
exSuper DukeR - EXC 450 - Duke 690
"Skeb possiede la saggezza del motociclista e l'ignoranza dell'asfalto." - I pazzi osano dove gli angeli temono
Avatar utente
Skeb21
Moderatore
 
Messaggi: 5429
Iscritto il: 12 mag 2009, 15:41
Località: Milano

Re: Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda lespaul » 10 mag 2010, 21:27

luckas71 ha scritto:risolti i miei problemi di caduta in curva dovuti ad un assetto della moto errato e ad un paio di gomme che non erano assolutamente adatte alla SD mi rimane solamente un problemino: riuscire a spingere sul manubrio interno alla curva durante la piega come facevo senza problemi con la moto precedente (CBR1000).
Ho provato a ruotare in avanti il manubrio raggiungendo immediatamente lo scopo ma a discapito del fato che caricavo troppo il manubrio rischiando di attaccarmi ad esso in curva. Inoltre la posizione in sella era già di partenza a braccia tese pur rimanendo attaccato al serbatoio.
Credo piuttosto che il problema sia di postura del braccio durante la curva.
Mezzo sedere abbondante fuori della sella ginocchio aperto e piede ruotato in punta alla pedana, corpo proteso verso la curva con la testa circa a livello dello specchietto, ma il braccio...non so perchè ma è come se non riuscisse in quella posizione a fare pressione.
Non sono un neofita ma uno che sta cercando di mettere a posto le cose da ormai diverso tempo con questa moto ma non c'è ancora riuscito come vorrebbe...
attendo i vostri preziosi consigli in merito.....


I gomiti come li tieni? Aperti o chiusi verso le costole? Il manubrio largo a volte fa fare l'errore di aprire troppo i gomiti. Il che crea problemi con la spinta sul manubrio del braccio interno alla curva. Il manubrio messo troppo in avanti non aiuta. Il giusto come sempre è una via di mezzo...spalle basse e gomiti morbidi.
Mi sorge un altro dubbio: sicuro che l'assetto sia a posto? Non per altro non dovresti avere tutta questa necessità di spingere il manubrio addirittura da doverci pensare, specie con una moto come l'SD. Inoltre il braccio esterno alla curva dovrebbe aiutare quello all'interno tirando il manubrio verso l'esterno. Se carichi su un braccio solo diventa difficoltoso. Ovviamente si parla di micromovimenti.

Per la posizione del manubrio resta il mio vecchio consiglio dato in MP (confermato anche da skeb) di avere una posizione naturale in sella. Ci si siede con il cavalletto posteriore, si sbloccano i fermi e si regola nella posizione più comoda. La regola è niente spigoli vivi, ne' sui gomiti, ne' sui polsi, ne sulla schiena che deve essere leggermente arrotondata.
---------------------------
lespaul
Avatar utente
lespaul
 
Messaggi: 6008
Iscritto il: 10 feb 2009, 12:00
Località: Cagliari

Re: Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda lespaul » 10 mag 2010, 21:33

ShakaMan ha scritto:ciao, dunque...io vado in moto da un po'..ma mi ritengo abbastanza fermo e penso che ci sia sempre da imparare.

Non avendo mai fatto un corso in pista con un istrutture, ma essendo andato spesso in pista, cercavo di stare dietro ai miei amici che magari andavano di piu'..cercando di imparare anche da loro consigli..quindi sicuramente ho migliorato certi aspetti, ma ho anche acquisito magari dei loro difetti.

Tendenzialmente mi viene molto spontaneo guidare di corpo...lo facevo prima con l'hypermotard e ovviamente mi viene ancora piu' naturale adesso con il superduke.

uno dei miei problemi principali, riguarda il fatto che in strada, un po' per prudenza, un po' per paura, non riesco ad assumere la posizione corretta con il corpo, cosa che invece penso di aver azzeccato un po' in pista.

a tal proposito, vi posto qui una foto che mi hanno fatto da dietro, in pista..vorrei chiedervi se secondo voi la posizione è abbastanza corretta?
la schiena mi sembra abbastanza dritta e in asse con il culo..la testa guarda l'uscita della curva..forse potrei tenere un pochino di piu' la testa verso la manopola interna..che dite?
Immagine

Uploaded with ImageShack.us


l'altro mio problema è che ......le curve a destra mi vengono totalmente innaturali..nel senso..le faccio...ma quello che mi viene difficile..è avere la stessa disinvoltura nell'assumere la posizione corretta del corpo..che invece tendo a cercare di fare quando curvo a sinistra....quando cerco di uscire a destra e assumere la posizione giusta mi sento impacciato..comincio a torcermi..e alla fine faccio la curva..ma non con la stessa disinvoltura di quando affronto le curve a sinistra..credo sicuramente che sia l'effetto della "guida da strada", che mi porto un po' dietro..

in pista questa cosa ero riuscito a correggerlo un po' e dopo un po' di giri, grattavo bene anche a destra..ma in strada la "goffaggine" si ripresenta sempre..

l'ultima considerazione..nell'ultima uscita che ho fatto in moto, in molte curve toccavo il ginocchio..ma sinceramente non è che "cercassi" l'asfalto..diciamo piu' che mi veniva naturale...il fatto di "grattare" in erte circostanze pero'..quindi di SPORGERSI di piu' dalla moto, non dovrebbe garantire una maggiore sicurezza? in quanto si abbassa il baricentro, a parità di raggio di curva e velocità la moto è piu' dritta? (ovviamente consideriamo sempre il caso di curva con buona visuale e carreggiata abbastanza larga)
ad esempio...il mio amico con il 950Sm guidava da motard..piegando tantissiimo la moto e grattando le pedaline.....non è piu' rischioso "quel" tipo di guida?

grazie


Domani esamino un po' meglio e se non lo fa qualcuno prima cerco di rispondere :)
---------------------------
lespaul
Avatar utente
lespaul
 
Messaggi: 6008
Iscritto il: 10 feb 2009, 12:00
Località: Cagliari

Re: Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda luckas71 » 11 mag 2010, 7:41

lespaul ha scritto:
luckas71 ha scritto:risolti i miei problemi di caduta in curva dovuti ad un assetto della moto errato e ad un paio di gomme che non erano assolutamente adatte alla SD mi rimane solamente un problemino: riuscire a spingere sul manubrio interno alla curva durante la piega come facevo senza problemi con la moto precedente (CBR1000).
Ho provato a ruotare in avanti il manubrio raggiungendo immediatamente lo scopo ma a discapito del fato che caricavo troppo il manubrio rischiando di attaccarmi ad esso in curva. Inoltre la posizione in sella era già di partenza a braccia tese pur rimanendo attaccato al serbatoio.
Credo piuttosto che il problema sia di postura del braccio durante la curva.
Mezzo sedere abbondante fuori della sella ginocchio aperto e piede ruotato in punta alla pedana, corpo proteso verso la curva con la testa circa a livello dello specchietto, ma il braccio...non so perchè ma è come se non riuscisse in quella posizione a fare pressione.
Non sono un neofita ma uno che sta cercando di mettere a posto le cose da ormai diverso tempo con questa moto ma non c'è ancora riuscito come vorrebbe...
attendo i vostri preziosi consigli in merito.....


I gomiti come li tieni? Aperti o chiusi verso le costole? Il manubrio largo a volte fa fare l'errore di aprire troppo i gomiti. Il che crea problemi con la spinta sul manubrio del braccio interno alla curva. Il manubrio messo troppo in avanti non aiuta. Il giusto come sempre è una via di mezzo...spalle basse e gomiti morbidi.
Mi sorge un altro dubbio: sicuro che l'assetto sia a posto? Non per altro non dovresti avere tutta questa necessità di spingere il manubrio addirittura da doverci pensare, specie con una moto come l'SD. Inoltre il braccio esterno alla curva dovrebbe aiutare quello all'interno tirando il manubrio verso l'esterno. Se carichi su un braccio solo diventa difficoltoso. Ovviamente si parla di micromovimenti.

Per la posizione del manubrio resta il mio vecchio consiglio dato in MP (confermato anche da skeb) di avere una posizione naturale in sella. Ci si siede con il cavalletto posteriore, si sbloccano i fermi e si regola nella posizione più comoda. La regola è niente spigoli vivi, ne' sui gomiti, ne' sui polsi, ne sulla schiena che deve essere leggermente arrotondata.


la necessità di spingere sul manubrio sinceramente mi deriva dal fatto che raggiunto un certo angolo dipiega mi sembra di non riuscire a spingere e di fare tutto di pedana e corpo, ma probabilmente comunque ho già inevitabilmente spinto per arrivare a questo punto. Il problema è che non riesco poi a farlo volontariamente per dare quel input in piu' alla moto per scendere ulteriormente.
In poche parole quel poco che mi manca per chiudere meglio la curva e appoggiare il ginocchio a terra. (ovviamente in sicurezza)
X quanto riguarda il braccio forse hai ragione... pensandoci bene mentre prima con la carenata mi veniva naturale di abassare il gomito ora probabilmente lo tengo molto piu' largo.
L'assetto, visto la risoluzione del mio problema precedente di caduta a centrocurva, direi che è ok. Si puo' sempre migliorare ma non vorrei perdere cio' che è stato fatto. L'unica cosa che rimpiango un po' solo dal punto di vista impostazione è l'avantreno piu' basso che avevo quando erano sfilate le forcelle ma preferisco così che riavere il problema di prima.
Avatar utente
luckas71
 
Messaggi: 203
Iscritto il: 16 set 2009, 16:44
Località: Genova

Re: Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda luckas71 » 11 mag 2010, 7:45

Skeb21 ha scritto:Per quanto riguarda il manubrio Lukas ho fatto la cosa contraria l'ho aperto un pochino, evitando di caricare troppo i polsi e rendendo la moto molto più controllabile e riuscendo a spingere meglio sul manubrio, perchè non ho il polso piegato ma allineato con l'avambraccio, miglior guidabilità e minor fatica, si evitano quei fastidiosi formicolii dovuti alla circolazione



bene! mi fa piacere perchè la guida così è molto piu' rilassata adesso che l'ho rimesso indietro alla prima tacca.
Provero' nel caso ad arretrarlo un pochino. Ma tu intendi prima della prima tacca?
Hai avuto nel caso problemi di tiraggio cavi?
Avatar utente
luckas71
 
Messaggi: 203
Iscritto il: 16 set 2009, 16:44
Località: Genova

Re: Domande e risposte su impostazione di guida

Messaggioda Skeb21 » 11 mag 2010, 9:21

no nessun problema con i cavi, ..sai che non mi ricordo che tacca ma l'ho ruotato di un pochino giusto per tenere allineato polso e braccio :D
exSuper DukeR - EXC 450 - Duke 690
"Skeb possiede la saggezza del motociclista e l'ignoranza dell'asfalto." - I pazzi osano dove gli angeli temono
Avatar utente
Skeb21
Moderatore
 
Messaggi: 5429
Iscritto il: 12 mag 2009, 15:41
Località: Milano

Prossimo

Torna a KTM LC8 Super Duke

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti