KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

RC8R 2011 - test

gluca
Avatar utente
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 21/03/2009, 16:51

RC8R 2011 - test

Messaggio » 12/04/2011, 17:01

Oggi me l’hanno gentilmente data come moto di cortesia per il tempo necessario a fare il tagliando alla mia moto, e spero duri qualche giorno ...

Prima di addentrarmi nel resoconto del test, mi preme fare due premesse.

La moto aveva 259 Km quando l’ho presa, questo pomeriggio; è quindi in rodaggio (se trovo il tempo gliela riporto rodata 8) ) e per rispetto a chi mi ha affidato una moto praticamente nuova (aveva ancora un bel po’ di cera sui bordi delle gomme) e della meccanica non ho superato i 7000 giri.

A quanto pare la RC8R 2011 esce di fabbrica, contrariamente alle serie precedenti, con il gruppo sella-serbatoio sulla posizione più alta delle due disponibili.

La posizione di guida come conseguenza è più puntata sull’avantreno a costo di un moderato carico sui polsi, di un’altezza della sella di due centimetri più alta (ma comunque gestibile anche da chi, come me, non è un gigante) ed una maggior esposizione all’aria.
I semi manubri sono nella posizione più aperta e non interferiscono con le plastiche attorno al cupolino.

Una volta messa in moto, si nota subito un rumore meno cupo della vecchia R, che dà l’impressione di essere più compressa di questa.
Ktm ha fatto un gran lavoro di cesello, sul motore e non solo, che si traduce in un’esemplare regolarità e fluidità a partire dai regimi più bassi, associata a taaanta coppia disponibile fin da subito.

Rispetto al motore della precedente R, si nota chiaramente che qui c’è più birra a tutti i regimi ed il nuovo motore, che ricordo essere in questo caso ancora piuttosto legato, sembra prendere i giri con maggiore facilità, almeno fino ai 7000 giri.
Bisognerà provarne una già rodata per capire se la capacità di salire di giri si mantiene così o magari diventa anche più vigorosa al di sopra di tale soglia, come legittimamente ci si aspetta come conseguenza delle modifiche apportate al motore.

Rispetto alla precedente R il freno motore è decisamente meno invadente.

Il nuovo motore non sembra vibrare, almeno fino ai 7000 giri, più del precedente in versione R, che vi ricordo essere, da questo punto di vista, meglio di quello della base. Come sulle versioni precedenti, le vibrazioni ad alta frequenza, si fanno sentire su semi manubri, specchietti ed un po’ sulle pedane.

Il cambio rasenta la perfezione.

La ciclistica non è mutata, e guidandola mi sono ritrovato a provare la piacevole sensazione di agilità, precisione e coerenza direzionale tipica di tutte le RC8.
Rispetto alla R 2009, non si beneficia della stessa incredibile mancanza di inerzia nei cambi di direzione, e sotto questo aspetto la nuova R è più simile alla base.

Permettetemi di aprire una parentesi: questo test per quanto mi riguarda ha chiarito come la capacità di cambiare direzione pressoché istantaneamente della RC8R del 2009 è dovuta principalmente ai cerchi forgiati visto che le quote ciclistiche delle due R sono le stesse.

Devo ammettere che avere il gruppo sella-serbatoio nella posizione più alta rende la RC8 ancora più veloce nella discesa in piega, e la cosa accresce non poco il divertimento, a condizione di ricalibrarsi per evitare di stamparsi sul guard-rail interno alla curva !

Le sospensioni sono, come da tradizione Ktm, tarate sul molto rigido. Ero piuttosto curioso di capire cosa fosse cambiato, rispetto alla R 2009: ebbene, sul modello 2011, in realtà ci sono una forcella ed un mono che possono considerarsi al massimo una versione rivista e corretta di quelle della base.

In soldoni, la forcella non ha, ahimè, nulla a che fare in termini di scorrevolezza e sostegno in frenata con quella della R 2009 e mi pare tale e quale a quella della mia base, anche se mi è sembrata un po’ più morbida in compressione (ma può essere una questione di settaggio).
Il mono invece sembra migliorato, e nonostante i registri siano come detto piuttosto chiusi, dà l’impressione di copiare meglio le imperfezioni del manto stradale, e “spara” meno sulle buche del gemello installato sulla base.

Sul fronte dei freni non c’è nulla di diverso rispetto alle versioni precedenti, con l’eccezione della potenza di quello posteriore che probabilmente viene lavorato da pastiglie di mescola diversa che garantiscono una minore capacità frenante. In compenso il tradizionale fischio, che ne accompagna l’uso sulle versioni precedenti, sembra quasi del tutto sparito. Sull’esemplare che ho in uso si fa sentire debolmente solo se azionato con la moto piegata, quando è dritta non fischia :roll: .

Una menzione particolare la merita la strumentazione che col nuovo software fornisce in modo molto chiaro l’indicazione della marcia inserita; vi hanno aggiunto anche la visualizzazione del consumo istantaneo e medio.

A proposito i consumi del motore non sembrano essere aumentati; oggi ho fatto in media 16,8 Km/l.

Sulla nuova RC8R vi sono montate le Dunlop SportSmart che a me hanno fatto un’ottima impressione e sembrano garantire alla moto un bel equilibrio dinamico; alla fine del giro mi sono stupito di aver chiuso il posteriore con molto meno impegno di quello richiesto dalla mia con le QII.

Le caratteristiche distintive di questa versione sono: la sua maggiore fluidità', intesa come accresciuta capacità di scorrere, e la facilità ad entrarci in confidenza (insomma è più friendly di prima), che la RC8 ha acquisito come risultato di questo fine-tuning chiamato RC8R 2011.
Dulcis in fundo, il rapporto prezzo qualità, adesso è molto più congruo che in passato.

Mi è onestamente difficile trovare difetti a questa moto e cercando il pelo nell’uovo:
- i freni anteriori difettano ancora di modulabilità,
- la batteria adesso è made in Cina :( ,
- io trovo le grafiche 2011 un po’ pacchiane,
- il parafango anteriore in plastica non si può guardare per quanto è brutto.

Tirando le somme, la RC8R 2011 è senza dubbio la più bilanciata e matura tra le varie versioni di questa moto.
Per usare una metafora, la RC8 è sempre stata come un vino robusto e dalla spiccata personalità, con l'annata 2011, ha acquisito anche quell’eleganza e rotondità tipica dei grandi vini.

Prosit !

pipex
 
Messaggi: 174
Iscritto il: 15/12/2009, 18:59
Località: Prov. Varese

Re: RC8R 2011 - test

Messaggio » 12/04/2011, 17:14

completissimo report e complimenti x la sensibilità e la conoscenza della tua moto :)

alla fine cmq non c'e' da piangere nell'avere un modello ante 2011 :) sia base che R ;)

elleR
Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 6937
Iscritto il: 23/11/2010, 22:15
Località: Bresso

Re: RC8R 2011 - test

Messaggio » 12/04/2011, 19:23

:s-belpost:
provata domenica scorsa... :love1:

pipex ha scritto:i freni anteriori difettano ancora di modulabilità
:s-quoto:

:byebye:

lespaul
Avatar utente
 
Messaggi: 6008
Iscritto il: 10/02/2009, 12:00
Località: Cagliari

Re: RC8R 2011 - test

Messaggio » 20/04/2011, 15:45

Bel report. Complimenti.
---------------------------
lespaul


Torna a KTM RC8 Superbike

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Albert71, Bing [Bot], commandor, Fra28, Gerko, Google [Bot], matlee1978, MSNbot Media, pip, raffyrs, sd1290, Tony47, vicio182, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

forum ktm