KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Test KTM Enduro

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Test KTM Enduro

Messaggio » 18/12/2009, 22:54

Provate le "ufficiali" del Team Farioli
Tester per un giorno i piloti dell'Iron Racing Team


Immagine

Per un test così importante, abbiamo pensato, ci vuole gente da mondiale, dal polso irrazionale e dalla mente lucida. Gente che, elemento fondamentale, corre già con KTM. Così Maurizio Gerini ha provato la moto di Simone Albergoni, quella di Johnny Aubert, se l'è beccata lo Junior Edoardo D'Ambrosio, mentre la campione del mondo E3 di Ivan Cervantes è finita nelle mani di Alessandro Botturi.

Mentre Maurizio Gerini si prepara a salire sulla moto di Albergoni, la prima cosa che dice è "Che onore, la moto del Simo". Non c'è dubbio, di tutte le KTM ufficiali il duemmezzo è quello che ha impressionato di più.
Ecco le sue parole: "Il merito più grande è che ti trasmette una grande sensazione di leggerezza e poi... le sospensioni non ti tradiscono mai. Ho forzato apposta la staccata nelle buche arrivando molto forte nelle curve. Il risultato? Con queste sospensioni puoi fare quello che vuoi. Ti portano a osare sempre di più, sono pazzesche".
Oltre alle ufficialissime WP da 52 mm, l'altro piatto forte della moto di Albergoni è il motore, un'altra storia rispetto a quello di serie. È, infatti, preso in prestito dalla moto con cui Marvin Musquin si è appena messo in tasca il titolo della MX2. "Rispetto al mio motore è proprio un altro modo di girare - racconta Gerini - in più, anche grazie a un assetto perfetto, nonostante la sua esuberanza si riesce a mettere a terra tutta la potenza. Quando esci dalle curve ti spara via come una palla si cannone. È incredibile, perché pur essendo un 250, spinge ai bassi e allunga da paura. A livello di posizione in sella, sulla moto di Simone mi sono sentito quasi a casa mia. Da fermo si ha l'impressione che dietro sia un filo morbida, con molta probabilità questa sensazione deriva dal track system WP, ma appena inizi a forzare questa percezione sparisce. La differenza più grande, rispetto alla mia moto da gara, si sente quando inizi a cercare il tempo: in questa situazione l'ufficiale fa molta più strada ed è terribilmente più efficace. La cosa che mi ha colpito di più è l'equilibrio generale, oltre alla fluidità del motore. Il difetto più grande... è che non è la mia!".

"Bella moto, anche se me l'aspettavo più aggressiva a livello di motore - ecco le parole di Edoardo D'Ambrosio appena sceso dalla moto di Johnny Aubert - ho scoperto, invece, che è molto più dolce della mia, che poi è quasi una moto di serie. A livello di guida mi è sembrata perfetta sulla forcella, ma un po' morbida sul mono. Il motore è fantastico, ti aiuta tantissimo in tutte le situazioni, sia sui terreni duri come questo, sia sul viscido, dove è necessario avere un motore facile, che non ti metta in crisi. Per il resto... penso conti soprattutto la manetta. Nell'inserimento in curva la usi come vuoi, la butti in dentro come una saetta e lei rimane lì. Le sospensioni ufficiali WP la vera differenza la fanno nelle buche secche in staccata, quando arrivi forte con il freno in mano e senti il posteriore che rimbalza. Ecco, in queste circostanze l'effetto PDS è quasi impercettibile. Bella tutta la ciclistica, senza dubbio, ma è il motore ad avermi entusiasmato, la sua fluida corposità, il suo non essere mai brutale. Non ho aggettivi per definirlo".
Scusa "Dambro", quindi è vero che non serve la potenza? "No, ci vuole manetta! Proprio per questo, la cosa che pensavo fosse differente rispetto alla mia moto era proprio il motore. Dico questo perché vedendo guidare Johnny Aubert, uno che curva forte, pensavo che il 450 KTM lo aiutasse, invece è tutto merito del suo polso destro".
Johnny è un excrossista, uno che guida molto duro sul davanti. Come ti sei trovato? "In tutta sincerità mi aspettavo una forca più rigida. Questa è la moto che fa per me... diciamo che prima di averla però, devo vincere ancora qualcosa, non so... qualche mondiale. Che moto! Adesso ho capito perché tutti la chiamano la regina".

Alessandro Botturi non è più un ragazzino, ma rimane comunque uno dei migliori interpreti delle grandi cilindrate. Proprio per questo, il suo giudizio sulla E3 iridata, quella di Ivan Cervantes, è più che autorevole. "Rispetto alla mia moto da gara - racconta il 'Bottu' - questa è più facile, è molto più elastica, oltre a far sentire meno il freno motore. Questo significa che quando ti trovi a dare una manciata di gas pieno, di forza, non è brusca nel prendere i giri e sale in maniera graduale. Penso sia il massimo a cui un pilota che corre in questa classe possa aspirare. Come pacchetto sospensioni, le WP ufficiali da 52 mm rappresentano qualcosa in più rispetto alle SXS che utilizzo sulla mia EXC 530. Sono piccole cose: non bisogna pensare che con queste sospensioni entri in un Extreme test e abbassi A il tempo di quattro secondi. Non è così. Sono delle finezze che ti permettono di avere un feeling maggiore. Il vero vantaggio è che la moto ti perdona molto di più quando decidi di esagerare".
Bottu, ma a livello di motore quali sono le vere differenze tra la tua moto e quella del Torito? "Il mio motore va di più. La mia moto va più forte, parecchio più forte. Questo significa che il mio 530 ti mette più in imbarazzo quando ti trovi a spalancare il gas, mentre sulla 500 di Ivan hanno lavorato per addolcire il motore e renderlo più umano. Il risultato è ottimo. La conclusione, che può sembrare paradossale, è che le moto che vanno più piano si guidano meglio... e di conseguenza si riesce ad andare più forte. È inutile avere cavalli, se poi non riesci a metterli a terra. La forza della moto di Cervantes è tutta qui, poi lui ci mette del suo, ma questo è un altro discorso".
La potenza è nulla senza controllo!

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

exc
Avatar utente
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 09/02/2009, 22:14

Re: Test KTM Enduro

Messaggio » 19/12/2009, 22:37

:penna: :penna:

ORANGE73
 
Messaggi: 397
Iscritto il: 21/02/2009, 21:58
Località: catania

Re: Test KTM Enduro

Messaggio » 20/12/2009, 9:42

puro spettacolo... :shock: :shock: :twisted: :twisted:
ADV 950 S MY 2OO5 IL BISONTE
525 EXC MY 2006 LA GAZZELLA
XR 400 R 1996 IL MULO

GaBu
Avatar utente
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 23/11/2009, 17:08
Località: Monzambano

Re: Test KTM Enduro

Messaggio » 03/01/2010, 14:18

Veramente spettacolare... :P


Torna a KTM EXC

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Google [Bot], MSNbot Media, readytorace69, Roberteam74, Seznam [Bot], Simpis, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

forum ktm