KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

1290 S 2017: iniziano le modifiche!

Avatar utente
Darione82
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 29 ott 2017, 18:51

Re: 1290 S 2017: iniziano le modifiche!

Messaggioda Darione82 » 5 gen 2019, 9:09

accidenti, complimenti!!!!

Avatar utente
Claudiovolo
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 4 nov 2017, 19:50
Località: Roma

Re: 1290 S 2017: iniziano le modifiche!

Messaggioda Claudiovolo » 5 gen 2019, 9:33

alexa72 ha scritto:Con tanta pazienza ed attenzione :mrgreen: Prima l'ho nastrato con scotch carta, poi ho fatto il nuovo profilo superiore con altro scotch (seguendo quello originale e segnandolo con una penna), in modo da poter avere un riferimento visivo da tagliare con con la smerigliatrice angolare. Ho rifinito il taglio con motorino ad aria con fresa di carta vetrata e passata altra carta vetrata fine a mano per lisciare il tutto.
Spero di essere stato chiaro :oops:

Complimenti davvero! Bel lavoro!!!
Roma non morirà che con l'ultima città degli uomini

Avatar utente
alexa72
 
Messaggi: 399
Iscritto il: 17 nov 2014, 14:38
Località: Vicenza

Re: 1290 S 2017: iniziano le modifiche!

Messaggioda alexa72 » 5 gen 2019, 13:18

Grazie ragazzi ;)

Oggi ho fatto un giretto di prova e l'ho promosso al 100% Ora, tutto basso, il bordo superiore non mi infastidisce più e la protezione è comunque molto buona. In caso di necessità posso comunque alzarlo.

peranga
 
Messaggi: 175
Iscritto il: 29 nov 2011, 13:52

Re: 1290 S 2017: iniziano le modifiche!

Messaggioda peranga » 7 gen 2019, 11:27

Bravissimo lavoro splendido. Avrai usato disco da taglio fine ma ti si impasta la plastica?


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

Avatar utente
alexa72
 
Messaggi: 399
Iscritto il: 17 nov 2014, 14:38
Località: Vicenza

Re: 1290 S 2017: iniziano le modifiche!

Messaggioda alexa72 » 7 gen 2019, 11:33

Sì, disco da taglio. Non si è impastata la plastica ma sono andato con molta delicatezza e senza insistere troppo giusto per non surriscaldarla.
Un lavoro non difficile se si ha un po' di manualità, con la parte più difficile nella precisione del taglio dove serve molto occhio e accuratezza. E' un attimo rovinare/segnare il cupolino :!:
Nota: nastrare molto bene la zona del taglio, su tutti e due i lati per non rischiare di scheggiarlo. Ovviamente io ho nastrato/coperto tutto il cupolino :wink:

Avatar utente
Sixkiller
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 13 ago 2018, 13:51
Località: Trento - Trentino A/A

Re: 1290 S 2017: iniziano le modifiche!

Messaggioda Sixkiller » 9 gen 2019, 19:46

BrainSpark ha scritto:Riguardo la IAT andrebbe fatta una premessa preliminarmente alle considerazioni tecniche: pochi o nessuno di quelli che montano la IAT la montano da sola; spesso assieme viene effettuata contemporaneamente una qualche modifica (trasmissione, aspirazione, scarico) che proprio dalla IAT dovrebbe trarre ulteriore vantaggio... Questo è uno dei motivi percui la maggior parte di noi, anche "a sensazione" non è in grado di stabilire fin dove arriva il contributo della IAT nel novero delle migliorie, che comunque rimangono sempre nel campo del percepito. Ovviamente per apprezzare il lavoro della IAT l unica vera prova potrebbe essere prendere una moto, stock o modificata non importa, e bancaria. Poi montare la IAT e bancarla di nuovo, quindi confrontare i grafici.
Ciò detto ritengo che molte delle sensazioni ivi riportate, compresa la mia, sono "inquinate" dalla concorrenza di altre modifiche e dalla suggestione. Per quanto mi riguarda, dopo montaggio della IAT "a sensazione" rilevai un aumento della corposità di erogazione ai primissimi regimi, laddove, invero, si era leggermente svuotata dopo rimozione del catalizzatore... All'atto pratico però ebbi la necessità di rifare più spesso l'autoapprendimento della ECU perché spesso al cambio di stagione percepivo un netto scalino dell'erogazione... Perché vi dico questo? Perché, guardando bene il grafico di belinassu effettivamente mi ritrovo con quanto evidenziato dalle sue bancate pre- e post-modifica: se ci fate caso è vero che la linea blu è sempre(seppur di poco) al di sopra della linea rossa; in particolare sulla curva di coppia, con accentuazione dei picchi a bassi e medio alti regimi... Ma se analizzate separatamente le due curve noterete che ove entrambe presentano un buco di erogazione le stesse sono pressoché sovrapponibili... Questo in soldoni che vuol dire? Che la IAT non è vero che chiude i buchi di erogazione: difatti se sulla linea rossa si apprezza un buco, sulla linea blu è una voragine perché bassi e medio alti sono molto aumentati ma il picco negativo è sempre uguale, pertanto si ha un esasperazione dello scalino... E questo è ancora più percepibile al cambio di stagione forse perché la sonda IAT modificata non ha la stessa capacità di interfacciarsi con la ECU rispetto a quella originale (regolazione di meno parametri? Segnate ECU in ingresso criptato?) e pertanto necessita di più frequenti autoapprendimenti...
In definitiva, la IAT la montai sul 1190 adv, attualmente ho la 1290 SD GT ed ho scelto di non montarla... A voi le conclusioni


Ho guardato bene le curve ed in effetti hai ragione, i picchi negativi originali, sono accentuati nella nuova curva con differenza ancora più marcata, se poi confermi che lo si sente parecchio anche nel polso, mi hai messo dei bei dubbi. Sono ancora in fase di valutazione ma giustamente tra tutte le chiacchere, la tua esperienza diretta ha senz'altro più peso, grazie della riflessione :wink:

Precedente

Torna a KTM LC8 Adventure 1290

Chi c’è in linea

Visitano il forum: lcgia e 1 ospite