KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Come guidiamo la nostra superduke ?

Avatar utente
akiraryo71
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 5 feb 2015, 16:41

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda akiraryo71 » 23 gen 2018, 11:11

sono partito col primo 4 cilindri (jappo) nel 95 e sono passato al bicilindrico ( ducati MTS 1200 mod.2010 ) nel 2012
nel caso specifico scendevo da gixxer 1000 k8 che girava come un orologio svizzero e salivo su un cavallo imbizzarrito che scalciava sotto i 4000 giri e devo dire che fu un po traumatico ( cosa non si fa per condividere la passione della moto con la zavorrina :D :D :D )
dopo oltre 40000 km di bicilindrico bolognese nel 2016 sono salito sulla bestia e ad oggi dopo quasi 20000 km devo dire che mi posso ritenere più che soddisfatto, trotterello su per i passi piemontesi liguri e francesi con scioltezza assoluta nessun tentennamento
ho pignone -1 vado via di terza e quarta senza la necessità di tirare al limitatore tenendo ritmi divertentissimi la coppia motore mi tira fuori dalle curve con grande soddisfazione la guida è fluida poche cambiate rispetto al 4 in linea quindi sotto un certo aspetto anche meno stressante andando addirittura più forte ( compatibilmente coi limiti che la strada giustamente impone)
oltre tutto col -1 posso mettere la sesta gia a 120-130 km/h cosa impossibile con i rapporti originali
la bestia la uso solo per strada, giro in circuito con un cbr 1000 mod '08 tappata solo uso pista per cui alternando le due differenti tipologie di motore anche se in contesti diversi, per le mie necessità/capacità, ritengo la 1.0 ideale per l'utilizzo stradale mentre il 4 in linea più consono alla pista
chiaramente sono valutazioni personali a fronte delle moto che posseggo

teocalimero
 
Messaggi: 399
Iscritto il: 23 apr 2016, 21:50
Località: basso vicentino magnagatti

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda teocalimero » 23 gen 2018, 11:56

Albert71 ha scritto:Ma secondo me non è generalizzare ma fare un confronto costruttivo tra di noi , secondo me il modo migliore di guidare la nostra moto non è tenere su di giri in seconda intendo girando dai 7 mila in su ma usare la terza a partire dai 4 mila in su poi arrivati a 7 o 8 al max cambiare , i vantaggi sono avere una moto molto meno nervosa e una guida molto più rotonda , il confronto mi serviva propio per capire per esempio nel tuo caso Teo se come ho capito usi molto la seconda come contrasti la tendenza ad allargare la traiettoria quando inevitabilmente passati i 9 mila giri la moto tenderebbe ad impennate e quindi ad allargare, è questo in definitiva che mi piacerebbe avere un confronto ! Grazie



Quello che tu dici è giusto, nel mio caso io sullo stretto tendo a guidarla molto molto molto di forza. E nervosa o meno, lei deve andare dove la metto. Chiaro, qualcosa questa moto allarga, ma lo si sa in partenza...lo si può gestire...
Poi su strade un po' più ampie anche io la faccio correre, terza, quarta...tanto le marce le digerisce benissimo...
Ma se siete veramente su strade strette di montagna, piene di saliscendi, non so se ci riuscite. E qui per me è da seconda.
Poi ognuno sente questa splendida moto in modo un po' diverso.
Discendo da Speed Triple, (prima Street Triple) ho avuto l'ultima fari tondi nel 2011, e poi nel 2013 una SE. Bello il tre cilindri 1050....ma anche questo due....non mi fa minimamente rimpiangere la Speed.
Non vado in pista. (ho fatto un paio di corsi)

Avatar utente
pol-triple
 
Messaggi: 323
Iscritto il: 29 set 2014, 9:39

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda pol-triple » 23 gen 2018, 14:47

Quoto Lukapa, Albert e GerryMcCoy.....Far scorrere la moto....esatto.
I miei percorsi vanno affrontati così, guidando fluidi, facendo scorrere sfruttando la coppia del bicilindrico.
Poi in alcuni tratti è d'obbligo la seconda a 8-9000 ma è molto raro.....
Trovo alcuni tornanti e molte curve strette, nessuna da quarta piena, max una terza...poi nei rettilinei vado tranquillo.....non fanno uscire la belva..... :D :D :D :D :D .
Comunque alla fine dipende dalla tipologia di percorso....ma sopra ogni cosa divertimento assoluto.
:D :D :D :D :D :D :D
NO REPLACEMENT FOR DISPLACEMENT

teocalimero
 
Messaggi: 399
Iscritto il: 23 apr 2016, 21:50
Località: basso vicentino magnagatti

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda teocalimero » 27 gen 2018, 8:20

pol-triple ha scritto:Quoto Lukapa, Albert e GerryMcCoy.....Far scorrere la moto....esatto.
I miei percorsi vanno affrontati così, guidando fluidi, facendo scorrere sfruttando la coppia del bicilindrico.
Poi in alcuni tratti è d'obbligo la seconda a 8-9000 ma è molto raro.....
Trovo alcuni tornanti e molte curve strette, nessuna da quarta piena, max una terza...poi nei rettilinei vado tranquillo.....non fanno uscire la belva..... :D :D :D :D :D .
Comunque alla fine dipende dalla tipologia di percorso....ma sopra ogni cosa divertimento assoluto.
:D :D :D :D :D :D :D




La moto la posso fare scorrere dove la strada è ampia. Dove è molto stretto, ci sono saliscendi continui, e non voglio invadere la corsia opposta, non è la stessa cosa. Su questi percorsi io (tornanti e curve strette) da quarta piena o da terza non trovo nulla. Forse stiamo parlando di scenari molto diversi...direi opposti...e scrivendo non ci capiamo.
Sono d'accordo che prima di tutto ci si deve divertire, e ci aggiungo, con margine.
Magari una volta si organizza un giretto in Trentino e poi ne parliamo... :ktm:

Albert71
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 3 mar 2016, 7:23

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda Albert71 » 27 gen 2018, 10:00

La moto la posso fare scorrere dove la strada è ampia. Dove è molto stretto, ci sono saliscendi continui, e non voglio invadere la corsia opposta, non è la stessa cosa. Su questi percorsi io (tornanti e curve strette) da quarta piena o da terza non trovo nulla. Forse stiamo parlando di scenari molto diversi...direi opposti...e scrivendo non ci capiamo.
Sono d'accordo che prima di tutto ci si deve divertire, e ci aggiungo, con margine.
Magari una volta si organizza un giretto in Trentino e poi ne parliamo... :ktm:[/quote]

Ciao Teo se conosci bene il trentino ho un esempio calzante, così spero di essere chiaro, passo Mendola un posto per noi motociclisti meraviglioso un Mugello lungo 20 km , andando su verso il passo passata la strettoia iniziano una serie di tornanti con un raggio perfetto che prima con il cbr ero obbligato a fari in prima , invece adesso uso tranquillamente seconda ad interno tornante
e in uscita appoggio subito la terza , spero di essermi spiegato cosa intendo per una marcia in più ciao e perché no ,chissà magari ci incontriamo in Trentino io un paio di volte all anno sono su !

Avatar utente
pol-triple
 
Messaggi: 323
Iscritto il: 29 set 2014, 9:39

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda pol-triple » 27 gen 2018, 16:20

In quei tre, quattro percorsi in Slovenia nessuna terza piena, quarta poi...la dimentico se non in qualche rettilineo noioso....
Per chi parte da Trieste le Dolomiti distano 110 km di autostrada (e 110 di ritorno) e non è proprio il massimo, la statale anche peggio.
Rimane solo il parco giochi Slovenia o Croazia (che frequentiamo molto meno).
:D :D :D :D :D lamps
NO REPLACEMENT FOR DISPLACEMENT

teocalimero
 
Messaggi: 399
Iscritto il: 23 apr 2016, 21:50
Località: basso vicentino magnagatti

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda teocalimero » 28 gen 2018, 7:50

Albert71 ha scritto:La moto la posso fare scorrere dove la strada è ampia. Dove è molto stretto, ci sono saliscendi continui, e non voglio invadere la corsia opposta, non è la stessa cosa. Su questi percorsi io (tornanti e curve strette) da quarta piena o da terza non trovo nulla. Forse stiamo parlando di scenari molto diversi...direi opposti...e scrivendo non ci capiamo.
Sono d'accordo che prima di tutto ci si deve divertire, e ci aggiungo, con margine.
Magari una volta si organizza un giretto in Trentino e poi ne parliamo... :ktm:


Ciao Teo se conosci bene il trentino ho un esempio calzante, così spero di essere chiaro, passo Mendola un posto per noi motociclisti meraviglioso un Mugello lungo 20 km , andando su verso il passo passata la strettoia iniziano una serie di tornanti con un raggio perfetto che prima con il cbr ero obbligato a fari in prima , invece adesso uso tranquillamente seconda ad interno tornante
e in uscita appoggio subito la terza , spero di essermi spiegato cosa intendo per una marcia in più ciao e perché no ,chissà magari ci incontriamo in Trentino io un paio di volte all anno sono su ![/quote]



Bello il Mendola, un po' multoso ma ci sono morti...è capibile.
Credo che sul Mendola la I non l'avro neanche mai messa....poi se sotto un tornante trovo il camper gigante, allora sì e mi è capitato!
Tornanti tutti da II, poi li sì III e credo proprio qualche buon pezzo in IV....poi dove è stretto e trovi traffico più della II dove vuoi andare....e certamente di nuovo I.
Il Mendola a tratti è immenso a tratti è una carrareccia da campi con una parete rocciosa, un muretto e un salto di centinaia di metri......

Tommy1981
 
Messaggi: 127
Iscritto il: 18 ott 2017, 19:49

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda Tommy1981 » 28 gen 2018, 12:28

non ho mai amato i 4 cilindri, ho sempre guidato 3 e 2...la moto va sempre fatta scorrere, su strada ed in pista...in Trentino (per prendere un esempio per molti, il sellaronda), si guida tutto 2° e 3° marcia a seconda se siamo dalla parte stretta o larga del tornantino, ma con un bicilindrico del genere si può tranquillamente usare anche un pelo di frizione se si sbaglia marcia.
Anche su strade larghe e veloci come Mendola o ancor di più val di Cembra comunque uso sempre massimo la terza a parte qualche dritto (la GT ce l'ho ancora in rodaggio, ma vengo da una Multistrada 2013 con pignone -1 che si guida uguale a livello di motore)...trovo sia la marcia perfetta per divertirsi praticamente ovunque si possa davvero far scorrere la moto con queste potenze

teocalimero
 
Messaggi: 399
Iscritto il: 23 apr 2016, 21:50
Località: basso vicentino magnagatti

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda teocalimero » 28 gen 2018, 12:38

Tommy1981 ha scritto:non ho mai amato i 4 cilindri, ho sempre guidato 3 e 2...la moto va sempre fatta scorrere, su strada ed in pista...in Trentino (per prendere un esempio per molti, il sellaronda), si guida tutto 2° e 3° marcia a seconda se siamo dalla parte stretta o larga del tornantino, ma con un bicilindrico del genere si può tranquillamente usare anche un pelo di frizione se si sbaglia marcia.
Anche su strade larghe e veloci come Mendola o ancor di più val di Cembra comunque uso sempre massimo la terza a parte qualche dritto (la GT ce l'ho ancora in rodaggio, ma vengo da una Multistrada 2013 con pignone -1 che si guida uguale a livello di motore)...trovo sia la marcia perfetta per divertirsi praticamente ovunque si possa davvero far scorrere la moto con queste potenze



Mai avuti neanche io 4 cil, ma solo 3 e 2 ora.
Si può dire che il 70% circa delle Dolomiti sia da II e III...ok ogni tanto si mette la IV...ma quanto ci resti???

Avatar utente
DIABLOKAT
 
Messaggi: 429
Iscritto il: 18 ott 2015, 12:52
Località: Piacenza

Re: Come guidiamo la nostra superduke ?

Messaggioda DIABLOKAT » 28 gen 2018, 12:41

Condivido sul fatto che la SD va lasciata scorrere. Va comunque guidata, spostando il peso del corpo in avanti, come quando si va sugli sci, altrimenti lei allarga la curva. Io ho cambiato entrambe le sospensioni e la guida ne ha beneficiato parecchio. Ritengo comunque che sul lento stretto, rimane una moto ostica. Si fatica parecchio sul lento stretto.
Ultima modifica di DIABLOKAT il 28 gen 2018, 12:44, modificato 1 volta in totale.
DIABLOKAT

PrecedenteProssimo

Torna a KTM LC8 Super Duke 1290

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti