KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

piastre sterzo PP

fil
Avatar utente
 
Messaggi: 518
Iscritto il: 18/06/2014, 15:14

piastre sterzo PP

Messaggio » 21/12/2014, 18:19

Immagine
Un amico che ha le piastre dice che la moto va meglio,qualcuno di voi ha potuto provare la differenza?

sbkduca
Avatar utente
 
Messaggi: 4140
Iscritto il: 07/01/2012, 15:56
Località: Momza- lombardia - Italy - sistema solare terra - via Lattea

Re: piastre sterzo PP

Messaggio » 21/12/2014, 19:47

sono impressioni errate,...... l'unica differenza è il colore.... il resto è che l'immaginazione fa altro....come gli scarichi... al 99% molto rumore ma prestazioni anche peggiorate, ma i rumore fa sembrare chissa che...

cmq piastre PP sono identiche alle originali non cambia neanche una quota.. quindi vai tranquillo, bel colore ma nulla di altro.. e cmq la sensibilità per dire che la noto va meglio solo per le piastre con quote identiche e se anche fosse rigidezza diversa, credimi se lo dicesse troy bayliss ci crederei ma già un melandri farei difficoltà figurati da un pilota da atrda e quindando la moto su strada....

se il tuo amico fa pipi e cacca prima di andare in moto e vedrai che riscontrerà pregi migliori e senza spendere 500 euretti..... ripeto sono molto belle ma identiche alle orginali, se non ci credi predni originali e PP e falle misurare...oppure chiedi i disegni.. oppure mettile una sopra l'atra....


ciauzzzzzzzzzz

miscelatore
Avatar utente
 
Messaggi: 4137
Iscritto il: 18/03/2012, 2:55
Località: Como

piastre sterzo PP

Messaggio » 21/12/2014, 21:22

Nel paddok dei crossdromi, se non hai le piastre dal pieno, non sei nessuno...

biondob
Avatar utente
 
Messaggi: 181
Iscritto il: 19/02/2014, 9:56
Località: Ravenna

Re: piastre sterzo PP

Messaggio » 29/01/2015, 17:56

Io le ho montate, esclusivamente per un fattore estetico.
Sono sicuramente più leggere, ma il risparmio di peso è poco.
Una moto più leggera si comporta diversamente ( spesso meglio) della stessa moto più pesante, ma, come succede con le batterie al lito, per notare la differenza serve una sensibilità da pilota vero.
ANDARE IN MOTO NON E' UN REATO (provincia di arezzo esclusa)

sbkduca
Avatar utente
 
Messaggi: 4140
Iscritto il: 07/01/2012, 15:56
Località: Momza- lombardia - Italy - sistema solare terra - via Lattea

Re: piastre sterzo PP

Messaggio » 29/01/2015, 18:16

miscelatore credo che la sensibilità dei piloti sia diversa da uno stradista e di molto, su strada e x stradisti una piastra con dimensioni uguali su ogni cosa, numero di bulloni di serraggio uguali , intendo per dimensioni di serraggio pali non solo numero viti,.. sia indifferente in fusione o lavorato dal pieno, il lavorato dal pieno si usa per avere pesi ridotti poichè si riesce a ridurre spessori e peso, di un 15% ca, ma se non cambi alcune cosette non vedi differenze. Sulle piastre lavorate le modifiche primarie si fanno su

a) elatsicità della piastra superiore che ha il solo scopo di tenere il parallelogramma di sforzo ma i carichi sono solo di trazione e non flessione, quindi si puo' scavare ed alleggerire a morte. vedi ad esempio motogpp l apiastra di valentino
b) lunghezza del serraggio dei pali alla piastra infeiore, più allunghi la zona di seggarrio più irrigidisci i pali nella torsione e flessione
c) costruire scarichi interni per dare rigidezza guidata flessionale o torsionale all apiastra inferiore che è la responsabile dell'80% di tutto il lavoro dell'avantreno

sbkduca
Avatar utente
 
Messaggi: 4140
Iscritto il: 07/01/2012, 15:56
Località: Momza- lombardia - Italy - sistema solare terra - via Lattea

Re: piastre sterzo PP

Messaggio » 29/01/2015, 18:23

la rispposta dell'avantrenoa modifiche di rigidezza sono cosi catalogabili

a) flessibilità dell'avantreno in ingresso in curva
b) rigidezza dell'avanteno nella fase di appoggio della curca
c) NULLA IN USCITA DI CURVA perhè li l'avantreono è scarico sia verticalmente che torsionalmente
d) il modo di reagire alla torsione dell'avantreno ingaggia piu' o meno la rigidezza torsionale della gomma, quindi si tende a cercare una accoppiata vicina ed evitare K_torsionale di gomma elevate e k_torsionale di piastre sterzo basse,... siusa unatecnica di energy parity ovvero

in simulaizone torsionale di appoggio la energia elestica delle gomma immagazzinata dopo l'isteresi del pneimatucio deve essere dello stesso ordine di grandezza della energia dirlascio della piastra, altrimenti si fa bouncing alivello di effetto risultate sull'avantreno.

faccio esempio..... valentino ha ingresso in curva violento e forte trasferimento di carico e quindi deve avere piastre NON rigide per trasferire bene i carichi e far lavorare i pneumatici il meno possibile

jorge invece ha traiettorie pulite e trasferisce poco carico e quindi ingagggia meno il penumatico puo' permettersi di avere piastre più rigide perchè rilasciano meno energia elastica ed anche le gomme sono meno soggette a torsione e rilasciono meno energia torsinale elastica

sbkduca
Avatar utente
 
Messaggi: 4140
Iscritto il: 07/01/2012, 15:56
Località: Momza- lombardia - Italy - sistema solare terra - via Lattea

Re: piastre sterzo PP

Messaggio » 29/01/2015, 18:32

su strada se le dimensioni come detto prima sono identiche, sentire la differente rigidezza delle piastre ritengo sia impossibile, sopratutto perchè entra ingioco dopo altre cose come i pneumatici etc e quindi la sensibilitànecessria per tali indicazioni sarebbe spaziale sopratutto perchè su strada nulla è al limite e quindi non si ingagiano le energie di deformazione che invece seervono a sentire e far lavorare le rigidezze di cui sopra
nei crossodromi o in pista si vede di tutto, poi però il crono dice la sua e vedere una panigale a 2,03 al mugello quando si gira con una vecchi cbr 900 a 1,59 fa venire dei dubbi su alcune necessità dei cosidetti piloti,.... poi sevedi Polli che su una R80 fa enduro e sta davanti a pilotini con 450 enduro classica ecco che ti poni un dubbio, ma la moto quanto conta?

Io ho una risposta seria, fino al 95% di uso della moto conta quasi solo il pilota,dopo se usi la moto oltre il 95% allora la moto conta un casino, ovvero, Polli puo' anche usare uno scooter che sta davanti alla sainz, se poi ci fai dakar allora lascia la r80 ed usa una Kappona da dakar, ma sempre davanti gli sta, ma la moto conta di più, in motogp l'effetto lo si vede con le motogp vero e le seconde moto, oltre un certo livello di uso (mio parere il 95% delle possibilità moto) il peso della moto conta una valangata, ma su strada se usi il 50% della tua moto sei un fico e non male davvero.
ciauzz

dallemark
Avatar utente
 
Messaggi: 508
Iscritto il: 20/12/2013, 10:09
Località: Bologna

Re: piastre sterzo PP

Messaggio » 29/01/2015, 18:46

concordo al 100 %, la scorsa estate sono stato sverniciato sulla Futa da una Duke 690, quasi andavo in depressione....e mica sono un cancello...
si possono fare tutte le modifiche del mondo ma come dice il Duca se non fino al 95% almeno fino al 90% sui nostri passi con una buona ciclistica e con almeno 70/80 cavalli sotto il culo la differenza la fa il pilota...
la moto fa bene al corpo e alla mente

sbkduca
Avatar utente
 
Messaggi: 4140
Iscritto il: 07/01/2012, 15:56
Località: Momza- lombardia - Italy - sistema solare terra - via Lattea

Re: piastre sterzo PP

Messaggio » 29/01/2015, 20:49

purtroppo su strada a causa del limite basso di aderenza ed altro si reisce ad usare meglio ed al limite una moto di piccola cubatira e potenza, vedi 690, che un 1290 con 180 cavalli..... un errore di manetta sul 1290 significa perdere almeno 10 metrui di spazio.. mentre lo stesso errore di manetta sun un 690 non cambia di una virgola nulla.

come diceva un grande pilota.... datemi una moto con 140 kili di perso e 120 cavalli e tranne in autostryada non mi prende neanche flash gordon.. ed aveva ragione cavolo.... la potenza quando sale oltre certi limiti abbassa le capacità di guida e rende il tutto di difficile gestione...... tranne sul rettilineo ovvio.ù

poi dalle.. .occhio che il 690 è un arma spaziale nel mistio stretto... davvero spaziale... si deve solo saperla guidare.. solo questo.

le piccole cilindrate vanno guiodate al pelo di cavallo ed in maniera pulita, le grandi cilindrate devono essere fatte spigolare per girarle subito e spalancare tutta manetta... guide diverse e molto...io amo entrambe ma se devo scegliere son della vecchia guardia scelto la guida pulita...senza spigolare...

dallemark
Avatar utente
 
Messaggi: 508
Iscritto il: 20/12/2013, 10:09
Località: Bologna

Re: piastre sterzo PP

Messaggio » 29/01/2015, 21:03

lo so bene....ho un lungo passato coi monocilindrici da appena 40 cavalli e spesso facevo vedere la targa alle sportive sulle strade di montagna...
la moto fa bene al corpo e alla mente


Torna a KTM LC8 Super Duke 1290

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: andreorange90, Bing [Bot], Google [Bot], lucajoebar, raffasardo, rewega, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

piastre ktm pp